gallery/logo
gallery/scritta

La S.G. Gallaratese inizia a praticare il calcio nel 1909 circa, anno in cui inizia l'attività ufficiale con l'invito sul suo campo di società del calibro dell'Inter e dell'Ausonia; in seguito si iscrive al primo campionato nel 1912-13 (3.a Categoria Lombarda) e fino al 1927 milita nei campionati regionali lombardi.

Poi nel 1927 riesce a salire in Seconda Divisione (l'antesignana della Serie C). Nel 1928 viene ammessa in Prima Divisione (Serie B) che però l'anno dopo viene declassata a terzo livello (Serie C). Negli anni 30 e 40 milita soprattutto in Serie C e al termine della seconda guerra mondiale viene ammessa d'ufficio (causa allargamento del campionato) in Serie B. In serie B milita per tre stagioni consecutive, ritornando in C al termine della stagione 1947-48 per riforma dei campionati (riduzione dei gironi della Serie B da tre a uno). Nella stagione 1951-52 disputa una stagione disastrosa e viene retrocessa in IV Serie. In tale serie (che cambierà più volte nome, da IV serie a Serie D a Interregionale a C.N.D.) rimane per una ventina di anni, poi nel 1972 retrocede nei campionati regionali. Negli anni '70, '80 e primi anni '90 la squadra gioca soprattutto nei campionati lombardi con qualche sporadica partecipazione alla Serie D.

Nel 1995 la Gallaratese viene promossa in Serie C2 e si trasferisce a giocare a Busto Arsizio. Nasce così nel 1995 la Pro Patria Gallaratese Gallarate Busto (Pro Patria Gallaratese G.B. Srl) che mantiene il numero di matricola FIGC della Gallaratese. In quella prima stagione in C2 la Pro Patria Gallaratese G.B., quidata da Mario Beretta raggiunge i play-off, spareggi per la promozione in Serie C1; la squadra biancoblù, viene però eliminata in semifinale dal Lumezzane. Anche l'anno seguente la Pro Patria Gallaratese G.B., raggiunge i play-off, ma viene ancora eliminata in semifinale dalla Pro Sesto. Nella stagione 1997-1998 sono raggiunti ancora i play-off, e per il terzo anno consecutivo i biancoblù sono sconfitti in semifinale dalla Triestina, complici, però alcuni scandalosi errori arbitrali di Tiziano Pieri, arbitro attualmente coinvolto nell'inchiesta di Calciopoli. Va anche detto che il match incriminato sarebbe stato probabilmente ripetuto senza l'insensata invasione di campo di alcuni ultrà biancoblù, che costrinsero il giudice sportivo a decretare la sconfitta a tavolino per la Pro Patria G.G.B..

Con il trasferimento della squadra a Busto Arsizio, la città di Gallarate si era ritrovata senza una squadra che giocasse in città. Venne quindi rifondata una società che con il nome di Gallaratese si iscrisse al campionato di Terza Categoria. Ebbe inizio in questo modo la lenta risalita di una squadra di Gallarate verso il calcio che conta. In pochi anni trascinata dai goal di Pennazzato Davide la squadra torna in Eccellenza.

Nella stagione 2007-2008 la Gallaratese,che nel frattempo ha perso il gruppo che le ha consentito la rinascita, milita in Eccellenza. Conclude il campionato al 15º posto e deve affrontare i play-out per evitare la retrocessione in Promozione. Opposta nello spareggio alla squadra di Gallarate, c'è il Luino, che ha concluso il campionato al 14º posto. Lo spareggio si conclude con un doppio 1-1 che in virtù del miglior piazzamento in campionato del Luino, decreta la retrocessione in Promozione della Gallaratese. L'anno seguente la squadra conclude all'ottavo posto il campionato di Promozione.
La stagione 2010-2011 vede la Gallaratese ripescata direttamente dalla Promozione alla Serie D avendo acquistato il titolo sportivo della neopromossa Saronno falcidiata dai debiti.
(fonte Wikipedia)

gallery/volley
gallery/gallaratese calcio